Le bandiere del centro America



Esistono delle bandiere che in gergo vengono definite come di Comodo, è il caso di quella panamense. Vediamo prima però come e di cosa si compone questo particolare stendardo, la bandiera di Panama ha gli stessi colori di quella statunitense ed in certo senso richiama anche gli ideali a cui si ispira, infatti il rosso (liberali) e il blu (conservatori) rappresentano i due partiti politici presenti all'atto della fondazione. Il bianco rappresenta la pace nella quale le istituzioni operano.

Viene usata dal 1903. Come abbiamo detto prima viene definita di comodo ed è utilizzata molto in ambito marittimo, solitamente numerosi natanti sono registrati nel paese centro americano ma il proprietario risiede in altra nazione e lo si fa per fini fiscali e di privacy. Ci spostiamo di poco e rimaniamo nell' America Centrale: il Nicaragua. La bandiera del Nicaragua è stata adottata nel 1971 è costituita da tre bande orizzontali di uguali dimensioni: la centrale bianca e le laterali azzurre, in linea con i colori tradizionali centroamericani.

Le fasce blu rappresentano i due oceani che bagnano il paese, mentre la fascia bianca rappresenta la pace. Anche lo stemma nazionale al centro della banda bianca è praticamente identico a quello delle Province Unite: vi compaiono cinque vulcani, che simboleggiano le Province Unite originarie, ossia: Costa Rica, Guatemala, Honduras, Nicaragua e Salvador. La bandiera della Repubblica Federale del Centro America che è stata utilizzata ufficialmente nel 1823, oggi non esiste più dopo lo scioglimento i paesi che ne facevano parte, però molti di essi hanno mantenuto in un certo senso colori e caratteristiche nei loro vessilli nazionali.

La bandiera dell'Equador viene chiamata familiarmente come la tricolor, è molto simile nei colori a quella di Colombia e Venezuela ma differisce nella divisione delle proporzione dei colori, ecco cosa rappresentano: il giallo è l'abbondanza e la fertilità delle terre, il blu i colori del mare e del cielo, il rosso è il sangue versato dai soldati e martiri durante la guerra di indipendenza. Una legge del 1900 stabilisce una differenza tra la bandiera civile e quella di stato, nella seconda è previsto lo stemma ma quotidianamente viene usata maggiormente la seconda. Interessante anche la simbologia presente all'interno dello stemma,  creato dal congresso nel 1900, durante la presidenza del generale Eloy Alfaro.

Racchiude in un ovale oltre che il sole alcuni segni zodiacali tra cui: ariete, toro, gemelli e cancro. Nulla di mistico rappresentano solo i mesi dell'anno, marzo, aprile, maggio e giugno, durante i quali si svolse la battaglia tra gli ecuadoriani e il generale Juan José Flores che manteneva il paese in una situazione repressiva. Al centro la montagna più alta delle Ande il  Chimborazo, dallo scioglimento delle sue nevi si forma il fiume Guayas vero simbolo di fratellanza. Un battello solca queste acque a ricordare la prima nave a vapore costruita nella costa del pacifico nei cantieri navali di Guayaquil.

Un condor torreggia sull'ovale con le ali aperte pronto a scagliarsi sul nemico, simbolo del valore del popolo equadoriano. La  Monoestrellada, la bandiera di Porto Rico, contiene effettivamente una sola stella al centro con cinque strisce alternate rosse e bianche di uguale grandezza. Il piccolo paese centro americano, per lungo tempo colonia spagnola, ha istituito questo nuovo vessillo nel 1892 ma è stata ufficializzata nel 1948. Il blu del triangolo centrale è stato deciso nel 1995, il governo portoricano ha approvato il cambio di tonalità  da blu scuro a blu intermedio. Cambiamento fondamentale, perché la tonalità più forte era adottata dai partiti a favore del Commonwealth e della dipendenza statunitense mentre quella più chiara da quelli contrari.

Contattateci per richiedere maggiori informazioni!