La bandiera degli Stati Uniti, la Vecchia Gloria

Stelle e Strisce: la bandiera degli stati uniti d'America

La bandiera degli stati uniti si compone di tre linee di rosso (superiore e inferiore) con bianco, con un rettangolo blu nel cantone che ospita cinquanta piccole stelle bianche a cinque punte disposte in nove righe orizzontali sfalsate, in cui sono disposte righe di sei stelle (superiore e inferiore) si alternano a file di cinque stelle. La proporzione della larghezza rispetto alla lunghezza è 10 a 19, mentre il cantone blu è largo sette tredicesimi (ovvero la larghezza totale di sette strisce) e lungo due quinti rispetto alle dimensioni della bandiera.

Le 50 stelle sulla bandiera rappresentano i 50 stati dell'America, e le 13 strisce delle tredici colonie britanniche che hanno dichiarato l'indipendenza dal regno della Gran Bretagna e sono diventati i primi stati negli Stati Uniti. La bandiera americana viene chiamata "Stelle e Strisce" (Stars and Stripes) oppure, meno comunemente, Old Glory.

Quante stelle ci sono sulla bandiera americana?

E' una domanda del tutto legittima, visto che il design attuale a cinquanta stelle della bandiera americana è la ventisettesima versione, da quando nel 1777 venne adottata la prima a tredici stelle. Quella attuale è rimasta in vigore più a lungo, con i suoi 58 anni di età circa. Ma non è detto che se un giorno Puerto Rico o il distretto di Columbia otterranno, come già da richieste avanzate in più momenti, di vedersi riconoscere come uno Stato, si dovrà arrangiare una nuova versione con qualche stellina in più.

Origini della bandiera americana

Fu Benjamin Franklin che fece una volta un discorso di approvazione riguardo l'adozione della bandiera della Compagnia delle Indie Orientali (che aveva le 13 strisce rosse e bianche ma nel cantone riportava la prima versione della Union Flag britannica) da parte degli Stati Uniti come loro bandiera nazionale.

Franklin disse a George Washington: "Mentre il campo della tua bandiera deve essere nuovo nei dettagli del suo design, non è necessario che sia completamente nuovo nei suoi elementi: c'è già una bandiera in uso, mi riferisco alla bandiera Compagnia delle Indie Orientali." Un modo per simboleggiare la lealtà americana nei confronti della Corona, ma anche le aspirazioni degli Stati Uniti all'autogoverno, così come lo era per la Compagnia delle Indie Orientali. Alcuni coloni ritenevano inoltre che la Compagnia potesse essere un potente alleato nella Guerra d'indipendenza americana, poiché condividevano obiettivi e rimostranze simili contro le politiche fiscali del governo britannico.

Tuttavia, questa non è mai stata la versione ufficiale, perché non ci sono prove scritte che la bandiera che fu adottata nel 1777 sia ispirata direttamente alla bandiera della Compagnia delle Indie Orientali. D'altra parte, la somiglianza è ovvia e sotto gli occhi di tutti.

Altre curiosità

Quando la bandiera degli USA fu avvistata per la prima volta all'orizzonte in Cina nel 1784, nel porto di Canton, sventolando sulla nave mercantile “Imperatrice Cinese”, destò enorme curiosità e ottenne subito la designazione di "Bandiera Fiorita" (in cinese: 花旗, pinyin: huā-qí). Questo appellativo piacque anche agli americani, e l'ufficiale di marina statunitense George H. Preble scrisse: “Quando le tredici strisce e stelle apparvero per la prima volta a Canton, molta curiosità fu suscitata tra la gente. Venne fatta circolare la notizia che una strana nave era arrivata dall'altra parte del mondo, con una bandiera bella come un fiore. La gente è corsa in massa al porto a vedere la nave che issava il Fiore”.

Questo nome si è subito affermato nella lingua cantonese, e l'America ora è chiamata ancor oggi “il paese dalla bandiera del fiore", molto più generoso rispetto una designazione che ricevettero gli olandesi, quella di 红毛鬼 (pinyin: hóng-máo-guï), "spiriti (o demoni?) dalla testa rossa".

Sfoglia ora il nostro catalogo!

Contattateci per richiedere maggiori informazioni!