Ultimi articoli

Bandiera Colombia, Venezuela e Cile: colori del Sud America



Dal
bandiera della Colombia alla stella cilena: i colori del Sudamerica e l'orgoglio indipendentista

L'America del Sud ha attraversato secoli di dominazione da parte delle potenze europee. La storia delle lotte sanguinose che hanno portato all'indipendenza degli stati per come li conosciamo ora è scritta nelle bandiere nazionali. Allo stesso tempo il patrimonio naturale del continente tinge simbolicamente i vessilli. Dal tricolore di Francisco de Miranda fino alla composizione di Charles Wood, vi raccontiamo i significati delle bandiere americane.

Bandiera della Colombia: l'indipendentismo e i colori di un continente

La Grande Colombia e i colori “mirandini” in Sud America

Per scoprire le origini del tricolore orizzontale giallo, blu e rosso bisogna tornare indietro nei secoli, bisogna arrivare al 1810 quando Francisco de Miranda sventolò il vessillo per la prima volta e abbozzò l'affresco dell'indipendentismo sudamericano dipinto con i tre colori primari. Quegli stessi toni si ritrovano nelle bandiere di Ecuador e Venezuela e ancora oggi sventolano sui cieli di Bogotà densi di significato. Il blu degli oceani che bagnano il continente; il giallo dell'oro che ingrassa il suolo; il rosso dei combattenti per l'autonomia latina. L'apice del successo dello stendardo va dal 1819 al 1831 – periodo in cui prese forma la Grande Colombia a cui si annettevano i territori di Ecuador, Panamá e Venezuela.

Bandiera del Venezuela: il tricolore mirandino e le stelle dell'indipendenza

L'ottava stella del vessillo che rivendica la Guayana Esequiba

I colori della Colombia (e della tradizione “mirandina”) ritornano anche nella bandiera Venezuelana che è, inoltre, decorata da otto stelle a cinque punte nel campo centrale. Quest'elemento rappresenta le sette province unite della prima federazione Venezuelana: Caracas, Cumaná, Barinas, Barcelona, Margarita, Mérida e Trujillo. L'ultima stella è stata aggiunta solo nel 2006 da Hugo Chavez nel tentativo di rivendicare il territorio della Guayana Esequiba – un'area da secoli oggetto di contenzioso. Durante la dominazione spagnola, questa era annessa al Capitanato Generale del Venezuela. Dopo la liberazione guidata da Bolívar, il territorio diventò parte del nuovo stato, ma gli inglesi che acquistarono la Guayana dalla Francia non rispettarono mai i confini. Tuttora, il governo di Caracas si riappropria simbolicamente di quello spazio issandolo al cielo.

La bandiera del Cile e l'influenza degli USA sull'indipendenza dalla Spagna

Una stella sola per unire i cileni dalle Ande al Pacifico

Fra i vessilli sudamericani che più di altri sembrano subire l'influenza degli Stati Uniti c'è sicuramente quello del Cile. A darle la forma attuale fu, infatti, uno yankee, tale Charles Wood già volontario presso l'esercito cileno di liberazione nazionale. La bandiera venne adottata per la prima volta nel 1817, durante la guerra per l'indipendenza dal dominio spagnolo. La banda rossa che copre il lato inferiore dello stendardo rimanda al rosso dei combattenti per la libertà, il bianco è il colore delle Ande, il blu quello del Pacifico. La stella che “brilla” nel campo vicino all'asta ricorda la dichiarazione di autodeterminazione degli stati nord americani che combatterono contro il Regno Unito.

Scriveteci per conoscere la storia delle bandiere sudamericane e dei simboli di una cultura antica

Contattateci per richiedere maggiori informazioni!